Versione stampabile della discussione
Clicca qui per visualizzare questa discussione nel suo formato originale
Pianeta Shopping > I DENTI E LA NOSTRA SALUTE > Lorenzo Acerra - Documenti - Libri


Inviato da: Admin il Lunedì, 20-Apr-2009, 16:43
Considerazioni sui Denti Devitalizzati:
per scaricare gratuitamente il trattato "questioni odontoiatriche" del Chimico Dott. Lorenzo Acerra : http://herms.gmxhome.de/questioni_odonto.pdf
user posted image
Biografia
Lorenzo Acerra, nato nel 1971 e laureato in chimica industriale nel 1994. Autore di "Effetti galvanici da amalgama" (AMON 2001) e di "Amalgama e disturbi dell’umore" (SIMF 2002), attivista per quasi dieci anni nel settore, grande studioso e relatore riguardo al tema dell’amalgama a diversi corsi, ha raccolto migliaia di testimonianze, lettere e studi di immunogenetica sulle intossicazioni da basse dosi di mercurio. Nel 1998 è stato uno dei soci fondatori dell'associazione ADOM, ass. per la difesa dalle Otturazioni di Mercurio. E' del 1999 il suo primo libro, "DENTI TOSSICI". Per anni ha seguito le condizioni di salute delle persone che si avvicinavano al gruppo di vittime da amalgama, ha lavorato in stretto contatto con i maggiori esperti europei per le intossicazioni da metalli pesanti, anche allo scopo di contribuire alla realizzazione di una casistica sistematica sull'argomento.

Alcune Pubblicazioni:

user posted image
Lorenzo Acerra
Denti tossici 2. Le otturazioni dentali che rilasciano mercurio
Libro | 144 pagine | Macro Edizioni | 2006
Spedito normalmente in 3-5 giorni lavorativi
Prezzo di copertina: Euro 12,00

Fare acquisti online su BOL è facile e sicuro

vai alla scheda su BOL
http://tracker.tradedoubler.com/click?p=10388&a=1432329&g=0&url=http://www.bol.it/libri/scheda/ea978887507715.html acquista subito

Cosa c’è nelle vostre bocche che non è accettabile per l’ambiente, ma che invece va bene come "piombatura" per otturare i denti?
L’amalgama dentale, che contiene il 50% di mercurio (per il dentista è persino vietato buttarlo nella spazzatura!).

In prima linea con gli intossicati da amalgama a partire da Denti tossici (1999), Lorenzo Acerra, a distanza di sette anni, fa un resoconto di questa sua esperienza unica, a contatto con tante vicende e attraverso nuove conoscenze che ha potuto sviluppare. La sua analisi di cosa sia la “malattia da amalgama” si intreccia con innumerevoli percorsi di guarigione e con una valutazione, corredata da esempi, degli ostacoli da superare. Questo è senza dubbio il suo libro più bello e sentito.
Compaiono anche personaggi famosi, le attività dell’associazione, la rassegna-stampa, casi di guarigione pubblicati nella letteratura medica mondiale. Il testo è inoltre arricchito da foto sulla rimozione protetta dell’amalgama, da test e indirizzi utili. Gli aneddoti del libro sembrano davvero non finire mai e sicuramente alcuni personaggi "anti-amalgama" sarebbero soggetti ideali per un film…

Denti Tossici 2 è una guida semplice ed esplicativa per chi esplora strade di guarigione; è un resoconto assai utile per tutti coloro che si pongono le domande o cercano di evitare gli ostacoli che tanti pazienti hanno incontrato. Un capitolo particolarmente interessante è dedicato alla formazione “del paziente odontoiatrico”, tutti potranno servirsene per recarsi preparati a porre le giuste domande e pretendere il meglio dal proprio dentista.


per conoscere meglio l'autore: http://www.macroedizioni.it/autore.php?id_autore=65

Inviato da: Admin il Lunedì, 20-Apr-2009, 17:03
AMALGAME DENTALI: una scelta a rischio?
di Lorenzo Acerra



Le otturazioni dentali grigie, i cosiddetti piombaggi, contengono il 50% di mercurio, un grammo del quale è sufficiente a contaminare 20.000 kg di alimenti (normativa vigente CEE). Recenti studi scientifici hanno dimostrato che dopo 20 anni l'80% del mercurio non è più presente nell'otturazione. Questo rilascio di mercurio (accelerato da masticazione e bevande calde) è stato confermato da biopsie delle gengive, da studi su saliva e su vapori nella bocca.

L'opinione dei governi nazionali
I risultati più eclatanti del movimento dei pazienti anti-amalgama si sono avuti in Svezia (dove lo stato ha finanziato per il 70% la rimozione delle amalgame dentali dell'intera popolazione, 1991), in Germania (i produttori della Degussa AG sono stati portati in tribunale e costretti a cessare la produzione di amalgame, 1993), in Canada (dove l'ente per la salute ha stabilito un tetto massimo di quattro amalgame per individuo adulto, 1995).

Norvegia, Finlandia, Svizzera, Austria hanno manifestato l'intenzione a breve termine di bandire le amalgame perchè "esse sono una fonte ulteriore di mercurio per i pazienti, per i lavoratori di studi dentistici e per l'ambiente. Inserire, portare o rimuovere le amalgame causa elevati livelli di mercurio nei tessuti del corpo e negli organi". L'ente governativo per la salute in Australia ha difeso le amalgame fino al 1997, ma ora, in seguito agli studi effettuati, ritiene che presentino pericoli per la salute.

In altre nazioni, però, l'amalgama, seppure non soggetta ad alcuno studio clinico o tossicologico, è incondizionatamente approvata come materiale per otturazioni dentali (vedi Italia), anche se diventa un rifiuto speciale tolta dalla bocca, in vista dell' "inevitabile rilascio di vapori di mercurio".

Rifiuto tossico o inerte?
Il Dr. Wayne King, un dentista della Georgia, affermò nel 1991: "Sono rimasto pietrificato nel vedere le cifre delle misurazioni sui livelli di mercurio nelle bocche dei miei pazienti. Per esempio, 200 microgrammi per metro cubo in un paziente depresso e sull'orlo del suicidio." (Vernici contenenti mercurio furono bandite perchè producevano vapori di mercurio dai 2 ai 3 microgrammi/m3. Le otturazioni ad amalgame producono da 6 a 150 microgrammi/m3).

Se hai qualcosa che ti è stato messo in bocca e che non puoi gettare nella spazzatura perchè ciò è vietato dalle leggi sull'ambiente, perchè continuare ad usarla, perchè correre questo tipo di rischio, perchè esporre le persone ad un qualsiasi livello di tossicità da mercurio, se non ci si è costretti ? Dr Bodey Haley, Professore di Biochimica Medica, Università del Kentucky, USA, 1996

I livelli di mercurio nelle gengive vicino all'amalgama sono di circa 200-300 ppm di mercurio per grammo di tessuto, ma possono raggiungere i 1200 ppm vicino ad una copertura d'oro su un'otturazione di mercurio . Il mercurio migra attraverso i tessuti proprio come succede nelle pile. Freden H, "Mercurio nei tessuti gengivali adiacenti alle otturazioni di amalgama", Odontal Revy, 1974, 25(2):207-210

per l'articolo completo: http://www.omeolink.it/pages/amalgama.htm

Inviato da: Admin il Lunedì, 20-Apr-2009, 17:04
Aera problematica: i denti
Noi tutti conosciamo la missione dei dentisti : conservare i denti e le gengive. Ed e`giusto che sia cosi – avere i propri denti a lungo e`un bene mentre delle alternative artificiali con la stessa qualita` dello stato naturale non esistono. Percio`i denti vanno curati e puliti con attenzione e il controllo periodico dal dentista e` indispensabile.
Pero` i denti possono anche provocare tutta una serie di problemi per l'organismo di natura acuta e cronica, che hanno bisogno di accertamenti approfonditi da parte di una medicina odontoiatrica alquanto differenziata.

I vari procedimenti debbono tener conto che i denti non sono da considerare isolati dal resto del corpo. Sono invece uno dei punti crociali dell'organismo essendo collegati con altri organi ed apparati del corpo tramite i meridiani dell'agopuntura cinese. Ogni dente in questo modo fà parte di un sistema organico come l'escrezione renale o la digestione e puo`incidere sulla loro funzionalita`. Ad esempio il dente del giudizio , che cosi spesso e`leso ad opera di spostamenti, sviluppo non terminato o addiritura ritenzione nella mascella, e` connesso coll´orecchio, il cuore, l´apparato renale, il digiuno, le ghiandole ad escrezione ormonale, parti dello scheletro, il cervello, la presa di coscienza e certe emozioni. Pertanto osserviamo spesso aritmie cardiache, ulcere duodenali, difetti uditivi ecc a causa di infiammazioni, sovvraccarichi funzionali o la morte di questo dente.

Esiste gia` una vasta esperienza ampiamente documentata da diversi autori in tanti parti del mondo che approfondisce il ruolo dell'apparato stomatognatico e quindi dei denti nel contesto della trama cosi complessa dell'organismo umano.

Un' odontoiatria ad orientamento solo tecnico e riferimento esclusivamente sulla bocca e`megaout ! Ci vuole un´odontoiatria con approccio olistico , vuol dire senza paraocchi!

Altrettanto rilevanti sono i rapporti comuni fra denti ed organismo, non legati alla propagazione attraverso i meridiani:
Nella statistica della significanza dei focolai, causa di malattie, i posti primo a quarto sono presi dal dente devitale e devitalizzato, l'ostite della mascella, le lesioni paradontali ed i denti otturati con amalgama seguiti a distanza dalle infiammazioni croniche delle tonsille, delle cavita`sinusoidali, dell'appendice e di altri organi.
Un focolaio e` definito da un' area di infiammazione o distruzione di tessuto che non possiede piu`la capacita`di guarigione e non puo` nemmeno essere ristabilizzato con terapia medica. Pertanto provoca l'indebolimento continuo dell' organismo tramite l'emanazione di tossine e batteri mentre concentra le forze immunitarie su di se´, ostacolando la difesa dell'integrita`in altri parti del corpo umano.
Consequenze logiche di questo fenomeno sono malattia, invecchiamento anticipato, cancro e morte..


Il 95 % di tutti focolai si concentra nel dente morto! In che cosa consiste questo problema?
Nel cosidetto “trattamento della radice” ad opera dei dentisti viene purtroppo solo devitalizzato il dente tramite l'eliminazione della polpa. In questa cavita` vengono poi inseriti vari miscugli di tossine quali formaldeide, antibiotici, citostatici, cortisone coll'intento di garantire la sterilita` del sito ostacolando la crescita di microbi che nella natura digeriscono i cadaveri per pulirne l'ambiente. Il tutto viene poi sigillato con cemento o con dei metalli tipo chiodi d'argento . Il dente cosi preparato dovrebbe ora resistere a tempo illimitato.
La realta` e` pero` tutta diversa: entro pochissimo tempo il tessuto dentario, la dentina, si popola di microbi adatti a un ambiente di putrefazione e scarsita`di ossigeno, che provocano alla lunga una decomposizione di tipo fungino del cadavere del dente. Questo fenomeno e`tipico delle mummie che ospitano una flora microbica aspergillosa. Questi germi distruggendo la dentina e provocando piu` tardi la formazione di granolomi penetrano inoltre anche nei tessuti vicini e diffondono lentamente in tutto il corpo mentre le difese immunitarie man mano si indeboliscono. Questo processo puo` rimanere inosservato a lungo, anche per dei decenni.
Consequenza: degenerazioni come artrosi, arteriosclerosi, reuma ,sclerosi a placche, cancro!

seguono immagini al microscopio elettronico e seconda parte del trattato.

Per l'articolo completo e le immagini: http://www.dr-thomas-herms.de/it-zahn.html

Powered by Invision Power Board (http://www.invisionboard.com)
© Invision Power Services (http://www.invisionpower.com)